L’attacco all’Iran sarà una follia

L’idea di attaccare l’Iran mi sembra l’ultima idea folle d’Israele e degli Stati Uniti. Gli Usa non usciranno con gloria dal pantano afgano eppure c’è chi pensa che sia una buona idea dichiarare guerra alla teocrazia iraniana, come se l’Iran fosse un Paese qualsiasi. Hanno studiato un po’ di storia, questi signori? Sanno che il popolo persiano, dal punto di vista culturale e linguistico, ha resistito per secoli a tutte le dominazioni subite? Certo leggono il Corano in arabo dopo secoli di dominazione araba, ma hanno mantenuto il persiano come lingua nazionale. Il Paese dei Nobili non piegherà tanto facilmente la testa al dominio occidentale: l’hanno già fatto una volta, con il re Mohammad Reza Pahlavi, ma non ci hanno guadagnato niente. Anzi. La corruzione e l’impoverimento del popolo iraniano, sotto la dittatura del re, hanno portato al potere Khomeini e gli sciiti radicali.

La Siria, probabilmente, rimane l’ultimo ostacolo prima dell’attacco all’Iran. Con la Siria caduta e conquistata Israele e gli americani avranno chiuso a tenaglia lo stato teocratico. L’Arabia Saudita a sud-ovest (dove ci sono basi militari americane), l’Afganistan ad est, l’Irak ad ovest e la Siria “pacificata”a nord-ovest (anche se non confina direttamente con l’Iran). Sappiamo che nei momenti di crisi una bella guerra può compattare i vari popoli in disputa, per questioni economiche e geo-economiche (vedere la Germania). Se la guerra afgana sta finendo con una sonora sconfitta militare e morale, l’Iran sarà un disastro maggiore, sia per l’importanza geo-politica che storica di questa nazione. La nazione in cui nacque Zoroastro (una delle religioni monoteiste più antiche del mondo), l’algebra, Firdusi (il paradisiaco), Avicenna ecc.; Ciro, Dario, Serse e altri grandi Scià dell’antica Persia; le dinastie che hanno combattuto contro i romani per secoli, prima i Parti e infine i Sasanidi; e dopo la conquista araba si sviluppò l’altro ramo dell’Islam: lo sciismo.

Un popolo orgoglioso, ricco di storia, di cultura e civiltà. Siamo ancora in tempo per evitare la follia della guerra all’Iran, ma purtroppo non ci spero più. Probabilmente sarà il colpo di grazia definito per l’Occidente e soprattutto per Israele.

Bibliografia: La Germania tedesca nella crisi dell’euro, Limes (4/2011); Protocollo Iran, Limes (1/2012); Schweizer Gerhard, I Persiani, Garzanti (1983); oltre agli articoli di Giulietto Chiesa che ho letto su internet.



Categorie:Economia, Geopolitica, Politica

Tag:, , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: