L’imperatore Claudio e l’idiozia

Essere presi per scemi tutto sommato non è un gran male. Claudio, non ancora imperatore, si salvò per questo. Deriso, sbeffeggiato in quanto zoppo, considerato stupido, brutto, sgradevole, balbuziente, ritenuto addirittura dalla propria madre una sciagura, eppure – proprio lui – divenne imperatore. Caligola, nella sua follia, quasi certamente dovuta alla sifilide, uccise la maggior parte degli uomini che gli stavano attorno, ma suo zio, Claudio, lo ritenne completamente idiota e innocuo perché potesse considerarlo un pericolo.

Tuttavia Claudio fu tutto meno che idiota. Nella gestione del potere si fece aiutare dai liberti più preparati, abbassò le tasse al ceto medio, conquistò la Britannia (il primo romano dopo Cesare a tentare l’impresa) e soprattutto scrisse una “Storia degli Etruschi” in 20 volumi. Purtroppo l’opera non ci è pervenuta. Se ci fosse arrivata avremmo potuto scoprire e approfondire molti aspetti di quel popolo nobile, raffinato, religioso e misterioso da cui così tanto appresero i romani.

Claudio terminò la sua vita avvelenato dalla moglie Agrippina, madre di Nerone, ma questa è un’altra storia.

Pubblicato in Politica, Storia | Contrassegnato , , , , , , , , | Lascia un commento

Bisbiglio

I ricordi mi cullano teneramente

E uno stato di serenità mi avvolge.

Bisbiglio alcune parole

Che nessuno ode,

Invento situazioni

Che nessuno immagina,

Leggo dei libri

Che nessuno sogna.

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

Non sarà ricordato

Il vento rugge,
I lupi ululano,
Il mare è in burrasca,
La luna è oscurata,
La strada è buia;
Ma non farti travolgere dalla paura,
Dall’ansia, dal dolore, perché tutto
Passerà e anche l’orrore
Non sarà ricordato.

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

E’ morto Bud Spencer

Sono commosso e addolorato dalla sua scomparsa. Credo di avere visto e rivisto tutti i suoi film. E il suo ricordo è legato alla mia infanzia, a quell’infanzia ingenua e curiosa che mi porto ancora dentro, come una leggera zavorra che mi permette di non perdere il baricentro della nave. Nei suoi film lui esprimeva anche queste caratteristiche. Gli dedico con calore queste poche parole e una frase, guarda caso di un autore russo, che penso lo possa rappresentare, perché lui continuerà a vivere dentro di noi che abbiamo amato i suoi film e i suoi personaggi.

˜
“Gli altri muoiono; ma io sono un altro; dunque non morirò”.

Vladimir Nabokov

Pubblicato in Arte, Cinema, Curiosità varie | Contrassegnato , , , | Lascia un commento

La Gran Bretagna è fuori dall’UE

La GB ha guadagnato la “libertà” dall’Europa ma rischia seriamente di perdere la coesione interna. La Scozia ha votato in netta maggioranza per restare (62%), così come l’Irlanda del Nord (56%) e la circoscrizione di Londra (punte del 75%). Il leader scozzese Sturgeon ha già chiesto un nuovo referendum per l’indipendenza e lo stesso sta avvenendo in Irlanda del Nord, dove lo Sinn Fei chiede l’annessione all’Irlanda. La situazione è molto complessa e potrebbe avere delle ricadute molte pericolose.

La Gran Bretagna può certamente contare sull’appoggio e il rapporto privilegiato con gli Usa e di certo può contare sugli scambi con le nazioni del Commonwealth e soprattutto con i diretti discendenti della lingua e cultura inglesi (Canada, Australia, Nuova Zelanda, Sud Africa). Ed era propria questa l’obiezione che fece Charles de Gaulle all’ingresso della Gran Bretagna nella CEE. De Gaulle si oppose sempre al loro ingresso nel Mercato comune europeo e infatti si dovette aspettare la presidenza di Georges Pompidou (1969 – 1974) per vedere i britannici inseriti a pieno titolo in Europa (1972). Finalmente, per gli inglesi, il “blocco continentale” era terminato. Ma ci si dimentica di sottolineare che la CEE fece delle enormi concessioni ai britannici. Per esempio tolse tutti i dazi dal Mercato comune europeo e permise alla GB di continuare gli scambi commerciali con il Commonwealth. In definitiva vinse il libero scambio inglese al protezionismo europeo del Mercato comune.

Non so cosa succederà né alla Gran Bretagna né all’Unione Europea, ma sicuramente questo voto avrà delle forti ricadute dal punto di vista della coesione politica ed economica di entrambe le entità.

Pubblicato in Curiosità varie, Geopolitica, Politica, Storia | Contrassegnato , , , , , , , , , , , , , , | Lascia un commento

Gli stucchi di Giacomo Serpotta in Santa Cita a Palermo

Due settimane fa ho avuto la fortuna di visitare gli splendidi stucchi di Giacomo Serpotta (1656 – 1732), considerato il più grande stuccatore d’Europa, nell’Oratorio del Rosario in Santa Cita a Palermo. Questi stucchi, che a prima vista sembrano marmi – in quanto il Serpotta aggiungeva alla fine dell’opera della polvere di marmo, soprattutto per dare un ottimo grado di lucentezza all’insieme – in realtà è stucco, composto di calce e gesso. Si usava lo stucco perché costava molto meno rispetto al marmo.

Posso consigliare anche la visita alla Chiesa di San Francesco, in cui vi sono delle opere della famiglia Serpotta, poiché il padre e il nonno erano degli artisti, e all’attiguo Oratorio di San Lorenzo (1570). Nell’Oratorio di San Lorenzo vi era conservato il dipinto della Natività di Caravaggio, commissionata probabilmente nel 1609 durante il suo soggiorno palermitano. Purtroppo il dipinto è stato trafugato nel 1969 e mai più ritrovato.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pubblicato in Arte, Curiosità varie | Contrassegnato , , , , , , , | 1 commento

Я всегда любил

Если без любви нет ничего,

Тогда я всегда любил,

И даже в самые темные ночи,

Я надеялся любить и дальше.

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , | Lascia un commento

Aleister Crowley a Cefalù (1920-1923)

Ho atteso a lungo questa visita e nonostante la casa non fosse visitabile mi sono ugualmente addentrato nei suoi ruderi.

˜
Chi era Aleister Crowley? Fu un satanista, scrittore, mago e spia. Nel 1920 decise di stabilirsi a Cefalù dove fondò l’Abbazia di Thélema, con il proposito di liberare l’uomo dalle catene della religione cristiana. La “Grande Bestia”, come egli stesso si definì, fondata la setta satanica, con persone provenienti da ogni parte del mondo, iniziò a praticare la magia rossa con riti orgiastici e perversi. Sembra che al suo interno ci fossero addirittura dei bambini, presumibilmente figli degli adepti. A Cefalù, e piano piano nel resto d’Italia, cominciarono a circolare voci di ogni tipo sulle pratiche e i riti che si svolgevano al suo interno. Queste voci arrivarono a Benito Mussolini, che ne firmò direttamente l’espulsione da tutto il territorio italiano. Quindi l’esperienza della prima setta satanica della storia si concluse nel 1923.

˜˜
Una volta lasciata l’Italia, Crowley viaggiò moltissimo per tutta l’Europa. Famoso resta l’incontro avvenuto a Lisbona, nel 1930, con il grande scrittore portoghese Fernando Pessoa, anch’egli molto vicino e interessato all’esoterismo, come bene testimonia lo storico e politologo Giorgio Galli nel saggio “La politica e i maghi”. Nel 1933 Crowley finse un finto suicidio, sempre a Lisbona, in cui -a quanto pare- si fece beffe dello stesso Pessoa, una settimana dopo la presa al potere di Adolf Hitler. A suo dire avrebbe dovuto consigliare Hitler sulla politica da seguire. Le sue simpatie naziste erano note. La sua figura influenzò anche i Beatles, che pensarono bene di omaggiarlo inserendo la sua foto nella copertina dell’album “Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band” del 1967. Crowley, l’inventore del motto “fa’ ciò che vuoi!” (in chiave anti cristiana e oggi pienamente realizzato!) morirà nel 1947 a 72 anni.

˜˜˜
Oggi la villa di Santa Barbara è poco più di un rudere, come testimoniano le mie fotografie. Le sue pareti erano interamente ricoperte dai disegni di Crowley, con raffigurazioni di pratiche sessuali, oggi ridotte a poca cosa. Il comune di Cefalù ha inserito il sito come bene di interesse storico, ma a tutt’oggi non si vedono acquirenti e/o persone disposte a ristrutturare la villa.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Pubblicato in Arte, Curiosità varie, Filosofia, Politica, Storia | Contrassegnato , , , , , , , | 2 commenti

Rose bianche

Rose da regalare,
Non sono mai amare,
Rose bianche e profumate,
Non saranno mai abbandonate,
Ma donate con ardore,
Da vero adoratore.

13239289_10207849354369752_2008847715615205175_n

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , | Lascia un commento

A Hölderlin

Immerso nei pensieri,

Nei sepolcri oscuri

Di un’eco lontana,

Non riconoscesti Goethe.

Ma lui riconobbe

In te, Hölderlin,

Il lampo profondo del genio;

Dalla pazzia non ancora turbato.

Hegel ti fu compagno

E contemporaneo ti fu Novalis.

La Germania dei grandi spiriti

Cavalcava la tempesta e l’impeto.

Perché provare Scham?

Vergognarti non dovevi,

Perché la pazzia ti regalò

La dissoluzione del presente,

Che tu tanto cercavi.

Pubblicato in Poesia | Contrassegnato , , , , , , , | Lascia un commento