Il giardino delle bestie – Erik Larson

3490725L’autore del libro, Erik Larson, ha fatto un lavoro da certosino, ricostruendo minuziosamente la vita della famiglia dell’ambasciatore a Berlino durante il periodo nazista. L’ambasciatore in questione è William E. Dodd. Larson – tramite non solo i libri di storia di Ian Kershaw e William Shirer, ma anche aiutandosi con i diari tenuti all’epoca dai personaggi citati nel libro – segue passo passo tutte le vicende vissute dalla famiglia Dodd e i rapporti che essa aveva instaurato con l’establishment nazista. Dodd contrariamente al suo partito di riferimento, cioè il Partito Democratico, non aveva alcuna simpatia verso il nazismo. Non è un mistero per nessuno che negli Stati Uniti una buona fetta dei parlamentari e dell’entourage di Franklin Delano Roosevelt avessero delle forti simpatie verso Adolf Hitler e le idee naziste. Lo stesso avvenne, dall’altra parte del mondo, in una buona parte dell’aristocrazia britannica.

Nulla viene trascurato nel libro: la cricca dei privilegiati, l’atteggiamento del governo nazista, i rapporti tra il presidente Roosevelt e l’ambasciatore Dodd, gli scandali della figlia dell’ambasciatore e infine l’odio contro lo stesso Dodd da parte non solo dei nazisti, ma anche da parte dei funzionari del governo americano. 

Perché cito la figlia? Perché la figlia dell’ambasciatore Martha fece scandalo a Berlino per l’estrema liberalità con cui intratteneva rapporti con l’altro sesso. Si potrebbe definire una mangiatrice di uomini ante litteram, e i genitori, nonostante la posizione ricoperta, non le posero alcun freno morale. Questo certamente non giovò alla già precaria e disprezzata posizione di Dodd a Berlino. Fu odiato dai nazisti e disprezzato dai suoi stessi connazionali.

A mio avviso, questo è un ottimo libro anche per farsi un’idea delle contaminazioni ideologiche che erano vive e presenti tra i cosiddetti buoni, cioè gli americani democratici che poi vinsero la guerra, e i cattivi e disprezzati nazisti. Ad alcuni sembrerà incredibile, ma i democratici di quegli anni avevano molte idee in comune, come per esempio la segregazione razziale, con l’odiato satana nazista.

Larson, Erik, Il giardino delle bestie, Vicenza, Neri Pozza, 2012.



Categorie:Libri, Politica, Società, Storia

Tag:, , , , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: