Un educatore confuciano

Nell’antichità, all’epoca della guerra civile, se uccidevi qualcuno di tuo pugno venivi giudicato un assassino, ma se erano venti o trenta persone, un eroe. Se ne annientavi in gran quantità diventavi un daimyo, e fiorivi. Se ne distruggevi di più, conquistavi il Paese e tutti ti rispettavano senza far mai tramontare la tua buona stella.



Categorie:Filosofia

Tag:, , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: