L’oblio che saremo – Héctor Abad

Hector Abad, in questo struggente e impegnato libro, ricorda la vita e la morte del padre, Héctor Abad Gomez,  avvenuta in maniera violenta nel 1987, a Medellin, in Colombia. Il libro non solo è un romanzo autobiografico, in cui viene descritta la vita del padre nella vita di tutti i giorni in famiglia, ma è anche o forse soprattutto uno spaccato storico e doloroso della vita sociale e politica della Colombia degli anni ’70 e ’80. Quella Colombia, allora dominata dal potentissimo Cartello di Medellin, in cui viveva la famiglia Abad, con a capo un signore di nome Pablo Escobar (rimasto ucciso in uno scontro a fuoco con la polizia nel 1993), era dominata dalla corruzione e dalla criminalità, dalla contingenza strettissima tra politica e narcotraffico, dalla guerriglia tra miliziani di estrema destra e sinistra, che controllavano intere zone del Paese. Era una Colombia insanguinata dalla violenza e dall’anarchia dei potenti.

Il padre di Abad era medico, professore dell’Università e presidente del Comitato dei Diritti Umani; un uomo che non si fece mai piegare dalla politica corrotta e compromessa con la criminalità, una politica conservatrice, anti egualitaria e preoccupata soprattutto di mantenere i propri privilegi acquisiti. Un uomo contro corrente, con un forte senso della giustizia e della dignità umana. Queste qualità gli costarono la vita, quando nel 1987 decise di partecipare a candidato sindaco della sua città, Medellin. Un uomo che per molti aspetti mi ricorda Paolo Borsellino, entrambi sapevano di fare la cosa giusta e di perseguire la retta via della giustizia ed entrambi sapevano che avrebbero perso la vita. Era solo questione di tempo. Il libro a tratti è commovente, a volte duro, talvolta nostalgico, ma senza mai perdere di vista il contesto storico-sociale della sua vita e della sua famiglia. E’ un lavoro completo, che regala emozioni, pugni nello stomaco e infine qualche speranza.

(Il titolo del libro è stato ripreso da un verso di Jorge Luis Borges).

Héctor Abad, L’oblio che saremo, Einaudi (2006)



Categorie:Libri, Politica, Storia

Tag:, , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: