Il 24 maggio minuto di silenzio per i caduti della Grande Guerra

Finalmente un evento degno dell’Italia e del ricordo della Grande Guerra. Quindi non festeggiare una vittoria con i carri armati e i missili dispiegati per le strade, ma ricordare, ricordare le tante sofferenze e distruzioni patite in quei cinque anni di follia collettiva. Quindi non una “festa”, ma un giorno di ricordo e riflessione. Perché il ricordo dovrebbe essere seguito da una profonda riflessione sulle capacità distruttive degli esseri umani, sulle pulsioni sempre latenti e pericolose di insane volontà egoistiche e disgregatrici, spesso legate a doppio filo ad esasperati nazionalismi nazionali e localistici.

˜˜˜
Sono orgoglioso e felice che ci sia stata questa convergenza di intenti tra il Ministero, i maggiori quotidiani e le televisioni nazionali, gli enti sportivi, le Forze Armate e i Comuni. Mi auguro che sia la prima di tante altre future convergenze nazionali.

˜˜˜
Questo mi pare il modo migliore per ricordare le 650 mila vittime italiane della Grande Guerra e le centinaia di migliaia di feriti e sfollati di allora.

Qui trovate il link del sito Centenario della Prima guerra mondiale 2014-2018.



Categorie:Politica, Storia

Tag:, , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: