Erdogan e Putin, i due “vecchi amici”

I due “vecchi amici” sono pronti a farsi a pezzi. Con l’Europa che sta a guardare, Putin ed Erdogan si vogliono spartire la Libia e contemporaneamente si bombardano a vicenda in Siria, provocando una spaventosa crisi umanitaria che noi rischiamo di pagare per l’ennesima volta.

 
Israele blocca l’ingresso degli italiani e nessuno naturalmente fiata, la Libia è finita in mani russo-turche, la Siria è bombardata giorno e notte dai turchi e dai russi e l’Europa, quella vecchia Europa che ha dominato lo scacchiere geopolitico per secoli, non fa assolutamente nulla per invertire il disastro politico e umanitario in Africa e in Medio Oriente. Questa non è una decadenza conclamata dall’inerzia totale dei nostri politici, ma è la sparizione totale e senza precedenti della politica estera europea, troppo impegnata a stilare diritti per tutti invece di agire con forza dove ci sarebbe bisogno di essere. A che serve l’Unione Europea se non è nemmeno capace di avere una linea comune in politica estera? A che serve se non siamo capaci di difendere i nostri interessi energetici? A che serve se ci ritroviamo i soldati turchi e russi a 200 km dall’Italia? A che serve se non riusciamo a fermare l’esodo di migliaia di rifugiati siriani, questi sì disperati, mettendo fine alla guerra in Siria?



Categorie:Geopolitica, Libri, Politica, Società, Storia, Uncategorized

Tag:, , , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: